Home Chi siamo Eventi Corsi e Stages Teachers
Photo Gallery
Foto reportage Inza y Saborido
 
Da_vecchio_sito_GroupSan_Leonardo_festival_2013_(4)






La_Salute_3_settembre_2014_(71)
San_Leonardo_festival_2013_(1)




















 
Un po' della nostra storia

L’attuale ASD LIBERTANGO Venezia, nata da un'idea di un gruppo di appassionati e appassionate veneziani, è attiva a Venezia (se pur allora non ancora in forma associativa), fin dal 1988, ed è iscritta dal 1993 all’Albo delle Associazioni presso il Comune di Venezia. E', inoltre, affiliata alla Federazione Associazioni Italiane di Tango (FAItango) alla cui nascita ha dato un contributo importante.

Come da statuto, gli scopi della stessa sono la diffusione del Tango argentino, come danza, cultura e forma artistica sviluppatesi in seguito allo spostamento di moltitudini di migranti, massicciamente dall'Europa e in particolare dall'Italia, e all'incontro di questi con le genti di stanza in Argentina e Uruguay, in particolare lungo il Rio de la Plata.

Fin dai primi tempi l'Associazione organizza corsi di avvicinamento alla danza con Maestri di riconosciuto talento, quali Maria Florencia Taccetti, Rodolfo & Maria Cieri, Catherine Berbessou & Federico Rodriguez Moreno, Ernesto Carmona, Giselle Anne, Graciela Gonzalez, Luis Bruni, Paulo Araujo, Tete-Pedro Rusconi e Silvia Ceriani, Margarita Klurfan & Walter Cardozo ed altri.

Dal 1996 l’Associazione inizia una duratura collaborazione con il Maestro Alejandro Aquino, già ballerino dell'orchestra di Osvaldo Pugliese, una delle più prestigiose e amate in Argentina. Aquino tiene corsi a vari livelli e contribuisce all’allestimento di spettacoli e conferenze.

Ma oltre all'importante e assidua normale attività svolta dall'Associazione presso la propria storica sede in più giorni della settimana (corsi introduttivi e di perfezionamento, pratica, milonghe, incontri, proiezioni ecc.) Libertango ha organizzato nei suoi oltre venticinque anni di storia anche eventi di carattere speciale, invitando e ospitando studiosi, scrittori e musicisti, fonti davvero preziose di saperi ed esperienze.

Per esempio, nel 1995 Alfredo Mujica e Miguel Angel Garcia (rispettivamente demografo e sociologo argentini) hanno tenuto una conferenza a Venezia presso la Scuola dei Calegheri. Il tema discusso da Mujica è stato “Il tango nell’opera di otto cultori. Villoldo, Contursi, Arolas, Gardel, De Caro, Discepolo, Pugliese, Piazzolla” mentre Garcia ha parlato di “Morte e rinascita del tango nell’Argentina moderna”.

Nel 1996, in collaborazione con l’Istituto Universitario di Architettura di Venezia, Mujica e Garcia hanno tenuto una conferenza sul tema “Le radici del tango nello spazio metropolitano”. Nello stesso anno, la studiosa e scrittrice Meri Lao, una delle più grandi esperte di vicende latino americane e di tango, nello stesso anno, ha presentato presso la nostra sede il suo libroT come Tango”, inoltre col Teatro dell’Avogaria e con il Maestro Ernesto Carmona, è stata allestita e presentata in versione danzata l’opera “Il postino di Neruda” di Antonio Scarmeta.

Nel 1997 è stato messo in scena, al Parco della Bissuola, lo spettacolo di danza “R&G sin tiempo” ispirato a Romeo and Juliet di William Shakespeare, su ideazione e coreografia del già citato Maestro Alejandro Aquino.

Entrambi gli spettacoli sono stati proposti in vari momenti della vita cittadina e in particolare in occasione della festa dell’8 marzo nel carcere femminile di Venezia, evento che è stato ripetuto per alcuni anni a seguire.

Tra i mesi di gennaio e marzo del 2000 è stato organizzato un ciclo d'incontri presso la Scuola dei Calegheri a San Tomà tenuti dal Maestro Mirko Schipilliti aventi come temi: l’Argentina nella prima metà del ‘900; Astor Piazzolla tra tradizione ed innovazione; forme e contenuti nella musica di Piazzolla, lo stile interpretativo; aspetti strumentali ed esecutivi della musica di Piazzolla.

Tra le iniziative partite dalla nostra Associazione, che fu una delle prime associazioni di tango argentino nel nostro paese, quella di aver dato vita, per la prima volta in Italia, ad un appuntamento che riunisce ogni anno tutte le associazioni di tango nazionali in una grande festa. L’incontro è solitamente avvenuto in un palazzo storico veneziano tra il 25 aprile e il I° maggio. In occasione della festa tenuta nel 2000 a Cà Tron, Libertango per dare senso pieno alla sua forma di associazione culturale, ha voluto aprirsi ad un dialogo con altre forme di espressione artistica. Pino Ninfa, fotografo di fama nazionale di eventi culturali e musicali ha documentato con un photo-reportage il Gran Galà tenutosi a Cà Tron. Molte di quelle immagini compaiono nel sito internet di Libertango ed è grazie anche ad esse che nel 2004 l'Associazione ha ottenuto il secondo premio dalla Provincia di Venezia come sito internet più interessante della rete “Polo Est”.

Nel 2003 l'annuale festa delle associazioni ha visto la partecipazione della famosa “Orquesta Color Tango”, considerata una delle migliori orchestre di tango al mondo e che vanta nel suo organico “l'ossatura” della disciolta orchestra Pugliese. L'orchestra, in quel momento assente in Europa da oltre sei anni ha accompagnato musicalmente le applauditissime esibizioni dei Maestri Alejandro Aquino ed Angelica Grisoni.

Negli ultimi anni le più importanti Associazioni di Tango Italiane, cresciute di numero e in quantità di iscritti al loro interno, si sono riunite nella e l'incontro annuale non si svolge più a Venezia ma viene di volta in volta ospitato in città comunque sedi di associazioni affiliate. Tuttavia non si può negare l'importante ruolo storico avuto da Libertango nel dare impulso alla crescita e al coordinamento del movimento anche a livello nazionale. Nel 2009, comunque, l'incontro nazionale si è di nuovo tenuto nel nostro territorio, diviso in due giornate tra Mestre e Venezia, e naturalmente Libertango ha fatto la sua importante parte per la riuscita dell'evento.

Nella primavera del 2004 Libertango ha avuto il piacere di ospitare, per la prima volta a Venezia, Tete - Pedro Rusconi, personaggio mondialmente acclamato come uno dei massimi esponenti del Tango stile “milonguero”, ballerino ed insegnante di straordinarie capacità e dalla grande carica umana, con la sua compagna Silvia Ceriani, ella pure eccellente insegnante e molto apprezzata a Buenos Aires anche per la grande conoscenza delle musiche e delle orchestre tanguere, e per questo spesso ospitata come “musicalizadora” nei più prestigiosi luoghi del Tango di Buenos Aires, come il “Salon Canning”, “El Beso”, “La Catedral”.

Come in altri casi in passato, fu anche questa un'occasione in cui la stampa cittadina s'interessò alla nostra associazione, e un gruppo di allievi e soci, con l'allora Presidente Sara Coppola, furono ospitati negli studi televisivi di una nota emittente locale (Televenezia) per interviste ed esibizioni di ballo in diretta. Fu inoltre, come altre volte, importante la collaborazione con la Municipalità Veneziana che mise a disposizione la struttura per gli stage, poiché si trattò di accogliere un gran numero di partecipanti provenienti da molte località, oltre che veneziani.

Nello stesso anno 2004 e in anni successivi all'associazione viene assegnato il compito di organizzare conferenze, spettacoli coreografici e feste a Venezia, presso l'Auditorium di S.Margherita e a Ca' Dolfin, in occasione delle inaugurazioni del Corso di Laurea in Iberistica della Facoltà di Lingue e Letterature Straniere dell'Università Ca' Foscari

Nel 2005, Libertango ha partecipato attivamente, assieme ad altre associazioni del Territorio, all'organizzazione a Venezia dell'evento di rilevanza non solo nazionale “El Dia Que Me Quieras”. Tre giorni di incontri, conferenze, proiezioni ed esibizioni, relative al mondo de tango, alla sua storia e agli aspetti sociali, con serata di Gala finale e concerto dell'orchestra Italo-Argentina Manga de Tanos”. Sono intervenuti docenti ed esperti come il, Prof. Flavio Fiorani, sul tema “Geografie del Tango”, la Prof.ssa Catalina Paravati sul tema: “ Retratos femeninos en el Tango”, il Prof. Roberto Ellero curatore dell'Archivio Cinematografico Veneziano con “I Corti” di Gardel. Coordinatrice del Progetto la Prof.ssa Susanna Regazzoni.

In quei giorni sono stati presenti e ospiti dell'Associazione l'Ambasciatore d'Argentina a Roma, Dott. Tacetti e Signora e il Maestro Argentino Hugo Aisemberg, docente al Conservatorio di Pesaro e curatore del preziosissimo Archivio Piazzolla, unica diramazione diretta, al di fuori dei confini Argentini, della Fondazione Piazzolla di Buenos Aires.

Nel 2008 Libertango organizza al Lido di Venezia, presso il Centro Morosini, in collaborazione con le Istituzioni Comunali, un concerto di tango con la cantante Ana Luz Cisneros ed il talentuoso pianista argentino di origini italiane Miguel Angel Barcos, allievo dei Maestri storici del tango e a sua volta diventato un'icona del tango argentino nel mondo. Evento rivelatosi di grande raffinatezza e qualità, con esplicito gradimento dei molti intervenuti.

Da alcuni anni Libertango è tra le associazioni che attivamente contribuiscono alla realizzazione delle milonghe all'aperto dell'estate mestrina, manifestazione voluta e realizzata anche dalla Municipalità cittadina, in cui ogni settimana, al lunedì, si tiene milonga (ovvero riunione danzante) nella centrale Via Palazzo, con intervento di orchestre, cantanti, esibizioni di ballerini delle scuole organizzatrici e partecipazione numerosa ed entusiasta di appassionati, per ballare piacevolmente all'aperto e per la delizia di molti comuni cittadini che intervengono per assistere alle danze. Anche quest'anno 2011, al termine del ciclo di incontri, Libertango ha ricevuto per il suo impegno al riguardo una targa premio da parte della Municipalità e dell'Assessorato responsabile.

Ma il vero gioiello è la Milonga sulle gradinate della Chiesa della Salute, che per almeno ventanni Libertango ha organizzato settimanalmente durante l'estate e che ha affascinato ballerini, comuni cittadini e ospiti stranieri, e che è stata oggetto di narrazione in libri e articoli di giornale, e naturalmente ripresa e fotografata da molti con grande piacere.

Purtroppo oggi la milonga alla Salute non si tiene più per sopraggiunto divieto dall'attuale dirigenza della Curia veneziana. In cuor nostro speriamo e ci auguriamo che un giorno sia possibile ritornare a ballare e ad incontrarci sulle magiche scalinate.

Nel giugno del 2010 Libertango ha dato il proprio contributo all'organizzazione dell'importante Festival “Tango World In Venice”, tenutosi presso le capaci e funzionali strutture del molo passeggeri all'isola del Tronchetto, che per alcuni giorni hanno ospitato eventi di portata eccezionale col contributo di maestri, orchestre, esperti di tango a vario titolo, nonché stilisti e aziende di abbigliamento e calzature per il tango. Molti gli appassionati che in quei giorni hanno raggiunto la nostra città provenienti dalle località e dai paesi stranieri più diversi. La milonga despedida, di congedo al Festival, si è tenuta nei locali della nostra Associazione.

Anche di recente con il concerto del giovane duo di eccellenti musicisti Argentini Demoliendo Tango”, o con la presentazione del libro delle scrittrici Adriana Perez y Bruna Ferrari: " En el silencio Tango".

Nel 2010 una mostra di giovani pittrici ispirata al mondo del tango da noi promossa e ospitata.

E ancora, negli ultimi anni, in occasione del Carnevale Veneziano, Libertango ha sempre partecipato e fornito supporto alle milonghe di Piazza San Marco; nel 2011 la realizzazione dell'evento, cresciuto negli anni per qualità e contenuti, è stata affidata a Libertango, che ha organizzato i concerti dal vivo delle orchestre "TangoTinto" e "Quejas de bandoneon", le esibizioni dei ballerini Cecilia Piccinni e Mazen Kiwan, Frederike Fredy e Pasquale Bloise, lezioni di prova dimopstrative e milonghe aperte a tutti, nella splendida cornice della piazza più bella del mondo.

Dal mese di giugno 2010 fino a giugno 2015 Libertango ha organizzato la sua Milonga Social tutte le domeniche sera a Ca' Zanardi, splendido palazzo veneziano del cinquecento, con importanti serate a tema con interventi di poesia e musica dal vivo e collaborazioni in iniziative solidali (es: “Solidartango”).

A Ca' Zanardi, Libertango ha anche organizzato tre splendide notti di capodanno dal 2012 al 2014.

Libertango organizza inoltre, circa una volta la mese, la Gran Milonga di Sala San Leonardo a Cannaregio, concessa dalla Municipalità di Venezia-Murano-Burano, ospitando esibizioni e musicalizadores tra i più quotati. Nel 2016 abbiamo ospitato la coppia di prestigiosi ballerini formata da Pablo Inza e Sofia Saborido, con grande piacere e soddisfazione, anche per le loro squisite qualità umane

Dal 2011 i corsi di tango tenuti dai maestri dell'associazione si svolgono presso le palestre delle scuole "R.Michiel" e "Zambelli".

Nel 2012 aderisce al nascente "Patto Citta Consapevole", sottoscritto fra associazioni veneziane no profit di diversa tipologia e attività, che ogni anno, a fine estate, organizzano il Festival Città Viva, al quale libertango contribuisce con un proprio evento rivolto oltre che al popolo tanguero, anche alla cittadinanza, in linea con l'obiettivo del Patto di affermare che Venezia, grazie al lavoro di base di associazioni come a nostra, è tuttora una Città Viva.

Ai tempi in cui Libertango nasceva, nell'immaginario diffuso forse il Tango non era altro che un'indefinita idea, vagamente esotica, o forse addirittura qualcosa da rappresentare in modo macchiettistico e caricaturale, come in certe pellicole commerciali dei decenni passati; mentre adesso, e a noi piace pensare anche grazie all'opera disinteressata e appassionata di associazioni come Libertango, è materia dichiarata dall'Unesco patrimonio culturale dell'umanità.

Venezia, Gennaio 2017



























YouTube Video







Site Map